Qualità negli istituti e nei servizi di vigilanza

La certificazione UNI 10891 attesta i livelli di qualità del servizio nelle diverse tipologie di vigilanza privata

La certificazione di conformità dei servizi secondo la norma UNI 10891:2000 “Servizi - Istituti di vigilanza – Requisiti” rappresenta uno strumento col quale gli istituti di vigilanza privati possano operare al fine di:


Lo standard definisce i requisiti del servizio indicando, per ciascuna tipologia (vigilanza ispettiva, fissa, antirapina e altri) le modalità di esecuzione, le dotazioni tecniche minime, le modalità di controllo del servizio sia da parte del cliente, sia interni dell’Istituto stesso.

Contesto normativo

Il Decreto del Ministero dell'Interno n. 115/2014, entrato in vigore il 3/09/2014, disciplina le caratteristiche e i requisiti richiesti agli organismi chiamati a valutare la conformità degli istituti di vigilanza privata. Tale decreto ha di fatto completato il quadro introdotto dal D.M. n. 269/2010 circa i requisiti minimi di qualità degli Istituti di Vigilanza. Esso prevede, fra le varie disposizioni, che la società che eroga la certificazione sia accreditata da un ente designato ai sensi del Regolamento n. 765/2008, quale è ACCREDIA in Italia.

Perché RINA?

RINA ha maturato nel corso degli anni un notevole livello di esperienza e competenza tecnica nel settore della vigilanza, definendo metodi e criteri di valutazione basati sulla concretezza e sull’approccio sostanziale, e mirando a contribuire al miglioramento delle performance dei propri clienti.

FAQ

Chi è certificato UNI 10891 da prima del Decreto 115/2014 deve ripetere l’iter di certificazione?
No, lo standard di riferimento non è stato toccato, quindi i relativi requisiti sono rimasti immutati. Oggetto di intervento da parte del legislatore sono stati i requisiti degli organismi che possono svolgere gli audit e rilasciare tali certificazioni.


Chi è già certificato ISO 9001:2008 può adeguare la sua certificazione anche alla UNI 10891?

Chi è certificato ISO 9001 ha un vantaggio in più, perché essa già richiede un sistema documentato per l’erogazione del servizio: ciò significa che sono state già definite le specifiche del servizio, le procedure operative e di controllo, i criteri di qualifica del personale. Bisogna quindi solamente verificare se è necessario un adeguamento ai requisiti della norma e ai requisiti del decreto, modificando eventualmente il manuale e le procedure già esistenti.

Risorse

Potrebbero interessarti anche