Rina Services

Scegli il paese

Skip Navigation LinksRINA Services >> keytopics >> Revisione ISO 9001 e ISO 14001 >> High Level Structure

Revisione ISO 2015: High Level Structure


Struttura comune degli standard relativi ai sistemi di gestione, definita nel 2012, applicabile ai nuovi standard ISO e alle future revisioni di standard ISO esistenti.

HLS significa:
  • Terminologia, testo, definizioni, titoli e loro sequenza comuni
  • Maggiore importanza al concetto di rischio

In particolare tutti gli standard per sistemi di gestione presentano:

  1. una struttura suddivisa in 10 punti principali
  2. nell’ambito di ciascun punto, vi sono alcuni paragrafi e alcuni contenuti che devono essere presenti obbligatoriamente in tutti gli standard
  3. i singoli standard possono aggiungere, ove necessario, requisiti specifici in relazione ai loro campi di applicazione.

HLS – La Struttura

  1. Scopo e campo di applicazione
  2. Riferimenti normativi
  3. Termini e definizioni
  4. Contesto dell’organizzazione
    • Conoscenza dell’organizzazione e del suo contesto
    • Conoscenza dei bisogni e delle aspettative delle parti interessate
    • Definizione del campo di applicazione del sistema di gestione
    • Sistema di gestione
  5. Leadership
    • Leadership e commitment
    • Politica
    • Ruoli, responsabilità ed autorità dell’Organizzazione
  6. Pianificazione
    • azioni per indirizzare rischi ed opportunità
    • obiettivi e pianificazione per conseguirli
  7. Supporto
    • Risorse
    • Competenze
    • Consapevolezza
    • Comunicazione
    • Informazione documentata
  8. Attività operative
    • Pianificazione e controllo operativo
  9. Valutazione delle prestazioni
    • Monitoraggio, misurazioni, analisi e valutazione
    • Audit interno
  10. Miglioramento
    • Non conformità e azioni correttive
    • Miglioramento continuo

​​HLS in breve

  1. Risk-based thinking, approccio basato sul rischio: l’analisi di rischi e opportunità è trasversale a tutti i requisiti della norma. Scompare il requisito specifico dedicato alle “azioni preventive”;
  2. Contesto dell’organizzazione: la conoscenza del contesto interno ed esterno nonché dei bisogni e aspettative delle parti interessate è propedeutica per la corretta definizione del campo di applicazione del sistema di gestione e per analizzare e prevenire i fattori critici (interni ed esterni) che possono influenzare la capacità dell’organizzazione di raggiungere i risultati desiderati;
  3. Leadership: il top management deve dimostrare leadership e commitment affinché l’attuazione del sistema di gestione sia integrata nei processi di direzione strategica dell’organizzazione;
  4. Pianificazione: consente all'organizzazione di cogliere le opportunità offerte dal contesto di riferimento, analizzare i rischi correlati, prevenire gli impatti negativi che potrebbero influire sul raggiungimento degli obiettivi;
  5. Informazione documentata: le organizzazioni possono scegliere le modalità più adeguate per redigere e conservare la documentazione inerente la propria operatività;
  6. Gestione della conoscenza: la conoscenza e le competenze delle persone vengono elevate a requisito, in quanto ritenute elemento qualificante per il raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione.




Nome
Cognome *
E-mail *
Societá *
Paese
Cittá
Telefono

Richiesta informazioni

Grazie per averci contattato.